inquestogiornodimetasettembre
Ho visto ladri entrare in casa e lasciare un biglietto allo specchio con scritto: “abbiamo letto le frasi che sottolineate sui libri, uno usa la matita, l’altro la penna nera. Leggendole, abbiamo un’idea di voi: lui fragile, lei innamorata ancora di suo padre. La sera raccontatevi quello che avete fatto a lavoro. Parlate di più e sottolineate di meno. Siete tutto quello che avete. Non preoccupatevi, troverete un nuovo lavoro, i soldi per il dentista e quelli per il sussidiario di vostra figlia. Noi mangeremo qualcosa dal vostro frigo, puliremo la tavola, faremo partire la lavastoviglie e lasceremo un euro sul comodino. È poco ma è quello che abbiamo.”

Gianni Solla su Facebook.
(via elenamarinelli)

L’autoreblog è immorale.

(via hotelmessico)